La Flora

In Primo Piano

-  Info noleggio sci: la riconsegna generale del materiale noleggiato è prevista nei giorni 21 - 22 - 23 - 24 aprile 2017. Raccomandiamo la puntualità nella riconsegna visto anche che quest'anno (a causa dei molti ritardatari delle passate stagioni) siamo stati costretti ad inserire nelle condizioni di noleggio la penale di 1 € per ogni giorno di ritardo;

- Info noleggio sci: Orario riconsegna materiale noleggiato stagionalmente:

- Venerdi 21: 9-12 / 13.30-17.30 / 18.30-20  -  Sabato 22: 9-12 / 13.30-17.30  -  Domenica 23: 9-12 / 13.30-17.30  -  Lunedì 24: 8-12

- La stagione invernale 2016/2017 si è ufficialmente conclusa il giorno 05 marzo 2017. Ringraziamo tutti i nostri affezionati utenti per la fiducia accordataci anche quest'anno; arrivederci alla prossima stagione che - possiamo assicurarvelo - sarà ricca di novità;

 

... chi ama il proprio paese, chi conosce il territorio e le sue ricchezze, chi desidera vederlo vivere e vuole evitare che vada perso quanto mantiene di antico, di storico, di tradizionale e culturale, costui non può che impegnarsi per offrirlo all'attenzione di tutti...

Novità

La leggenda della "stella alpina"

Delicatissima è la leggenda della stella alpina narrata dai montanari. Una giovane della valle aveva sposato un montanaro che come tutti quelli del paese conosceva ed amava con tutta l’anima la sua montagna. Saliva spesso verso i ghiacciai per dare la caccia alle marmotte delle quali vendeva poi la pelle ai viaggiatori della città. I due sposi vivevano modestamente dei guadagni di lui, ma poiché si volevano molto bene, erano felici come principi. Un giorno il giovane sposo partì per la montagna ma non fece più ritorno. Invano la moglie lo attese, nessuno lo aveva visto sulla montagna e nessuno sapeva dare notizie di dove fosse andato a finire. Allora la povera sposa, prese sulle spalle il sacco e salì verso il ghiacciaio per vedere di rintracciarlo.

Cercò con l’occhio ansioso nel fondo di tutti i crepacci e scorse ad una ad una tutte le cime e finalmente lo rinvenne. Ma lo trovò morto fra due lastroni di ghiaccio. Allora affranta dal dolore sedette sulla sporgenza della roccia e pianse per tutta la sera e per tutta la notte. All’alba quando s’imbiancò il cielo , i suoi capelli e le ciglia erano coperte di un velo di brina, come una peluria di argento. “Signore” disse la sposa rivolgendo gli occhi al cielo “Io non ho il coraggio di staccarmi da mio marito, lasciatemi sulla balza di questa rupe, perché io possa vederlo sempre nel suo letto di ghiaccio”.

Iddio ebbe pietà della sposa innamorata e la convertì nel fiore più caratteristico e più bello delle Alpi, la stella alpina.
La leggenda della "rosa di Natale"

Racconta una leggenda che nella notte di Natale di tanti e tanti anni fa una bambina, che viveva con i genitori in una casetta al limite del bosco, era seduta su una pietra fuori della sua casa e piangeva con tanti singhiozzi e tante lacrime.

Una Fatina, che l'aveva sentita piangere, scese accanto alla bimba e le domandò perché piangesse. La bambina le disse che piangeva perché avrebbe voluto fare un regalo alla sua mamma che con lei era molto buona, ma erano poveri e non poteva comprare niente da regalarle. La Fatina allora, la prese per mano e la condusse appena dentro al bosco al di la del prato. Battè per terra con il suo bastone magico ed in quel punto nacque una piantina.

Era una piantina molto bella con le foglie di un bel verde brillante e uno stelo alto sul terreno. Dopo poco tempo dalla cima della piantina spuntò un fiore. I suoi petali erano bianchi con delicate sfumature rosate ed era un fiore molto, ma molto, speciale perché era fiorito nel pieno dell'inverno quando tutte le piante e tutti i fiori dormono sotto la neve in attesa della primavera e del sole. La bambina potè raccogliere un mazzetto di quei bellissimi fiori e li portò alla sua mamma che apprezzò molto il dono e la ringraziò abbracciandola stretta stretta.

Quel fiore, da allora e fino ai giorni nostri, fiorì tutti gli inverni nel periodo natalizio e per questo motivo fu chiamato La Rosa di Natale.

Questo sito utilizza cookies tecnici.

Il sito consente l’installazione di cookies di terze parti anche profilanti (per es. google Analytics). L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo